Post in evidenza

I Creatori di Immagine di Monza ti insegnano come rompere le regole alla Pablo Picasso!


Pablo Picasso diceva:

“Impara le REGOLE come un PROFESSIONISTA, in modo da poterle rompere come un'ARTISTA”

Comincio con questa citazione perché di seguito parleremo di regole e di quanto è importante capire che puoi decidere di seguirle come puoi decidere di non farlo.

Quando faccio consulenza per arrivare a definire il taglio di capelli che valorizzerà lo stile della cliente che mi sceglie, un' affermazione arriva ricorrente:

vorrei un taglio che sta bene con i miei lineamenti, che si addice alla forma del mio viso.

Questa è una richiesta assolutamente sensata, Una richiesta molto utile per arrivare ad avere un taglio morfologicamente corretto.

Però, dal mio punto di vista, in alcuni casi le regole morfologiche che consigliano di fare questo o quel taglio in funzione della forma del viso possono passare in secondo piano.

Questo è possibile quando sei in grado di portare alla grande un taglio “morfologicamente sbagliato.”

E ne sei capace quando sei così a tuo agio con te stessa che accetti di buon grado i tuoi difetti e ti concentri maggiormente su quello che il taglio dovrà fare per valorizzare il tuo stile. Su come dovrai sentirti grazie a quel taglio. Sull’ immagine di te che quel taglio contribuirà a creare.

Il miglior modo per comprendere questo sottile concetto è fare qualche esempio.

Quello nella foto che trovi all' inizio di questo post sono io, mentre la ragazza di fianco a me è Chiara.

Partiamo da me:

la forma del mio viso è ovale e le regole morfologiche in presenza di un viso ovale dicono di non aggiungere volume alle estremità per evitare di ovalizzarlo ancora di più.

Come puoi vedere dalla foto, io delle regole morfologiche mene sono infischiato, lasciando crescere la barba sull’ estremità inferiore del viso (mento) e facendo uno chignon sulla sommità della testa.

In altre parole, ad un taglio morfologicamente corretto, ho preferito un taglio che esalta la mia immagine e che mi fa sentire esattamente come voglio.

Lo stesso discorso vale per Chiara.

Tecnicamente parlando, la frangia e le linee del taglio che vedi nella foto non si addicono ai lineamenti del suo viso. Il punto è che Chiara è perfettamente in grado di portare alla grande un taglio “morfologicamente sbagliato” e questo perché è meno concentrata sul taglio che la renderà più bella e più concentrata nell’ evolvere il suo stile fino a farlo diventare una espressione della sua unicità.

Fatti questi 2 esempi spero sia chiaro che non ti sto dicendo che le regole morfologiche vanno cestinate a prescindere. Anzi, io per primo in fase di consulenza non le tralascio.Ti sto dicendo che puoi decidere di scavalcarle nel momento in cui fanno da freno all’ evoluzione del tuo stile;

Nel momento in cui ti accorgi che un taglio “morfologicamente sbagliato” valorizza il tuo stile meglio di uno “morfologicamente corretto.”

“Se evolvi il tuo stile fino a farlo diventare una espressione della tua unicità, ti accorgerai che l’unica regola è che non ci sono regole”

Cit. Alessandro Montenegro

Nella speranza di esserti stato utile ti mando un bel CIAONE

Alessandro Montenegro

Post recenti
FOLLOW US
  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • White YouTube Icon